INDICE A _ Z - FLORA SPONTANEA DELLA VAL DI CECINA -

   

Aglio Napoletano

Dettagli
.        

aglio napoletano 001 Nome scientifico: 

ALLIUM NEAPOLETANUM

Nome comune: 

AGLIO NAPOLETANO

       greca-fiori
       Famiglia: Amaryllidaceae
       Fioritura: Marzo-Giugno
       Habitat:     predilige aree umide e ombrose di prati e radure boschive. Fino a 900 m. Non è presente in Piemonte e in Val d’Aosta.
     
       

Descrizione:                    

aglio napoletano 002 Pianta erbacea perenne con piccolo bulbo sotterraneo formato da numerosi bulbilli di colore rossastro, da cui si dipartono le foglie e il fusto.

 

Questo, lungo fino a 40-50cm, è eretto a sezione triangolare e completamente privo di foglie.

 

Le foglie nastriformi, larghe 2-3 cm, sono di color verde brillante e inguainano lo stelo per ¼ della lunghezza.

 

I fiori sono riuniti in un’infiorescenza ombrelliforme, larga fino a una decina di cm, che prima della fioritura è completamente racchiusa da una guaina membranosa.

Le ombrelle sono costituite da un numero variabile di fiori che possono raggiungere anche i 40 elementi. Molto graziosi e a forma di stella, questi sono di colore bianco candido, gradevolmente profumati, sorretti da lunghi peduncoli di 2-3 cm. Si compongono di 6 petali smussati e internamente spiccano antere molto scure che ingialliscono con il protrarsi della fioritura.

 

Il frutto è una piccola capsula che si sviluppa quando si disseccano i petali.

 

Come le atre specie del genere ‘Allium’, anche questa pianta contiene vitamina A,B1, B2, C e PP ed è ricca di sali minerali, potassio, magnesio, calcio, ferro, manganese e selenio.

Apprezzata come buon commestibile, con l’utilizzo di steli, foglie e bulbi si possono insaporire pietanze a base di uova e di carne.

Conosciute da sempre le proprietà dell’Aglio come antisettico, espettorante, ipotensivo, vermifugo e depurativo, tanto che recenti ricerche indicano i suoi benefici sulle malattie cardiovascolari.

 

Anticamente il bulbo veniva minutamente spezzettato e somministrato al pollame per eliminare le infestazioni e proprio per le sue innumerevoli virtù, l’aglio nell’antichità era dedicato al dio Marte.

 

L’etimologia del suo nome deriva dal celtico ‘All’ e dal latino ‘Allium’, che significa ‘pungente’, con riferimento al suo sapore.

Il nome specifico ‘neapolitanum’, indica invece la zona di maggior sviluppo della pianta.

 

 

            aglio napoletano 003
 
 
  aglio napoletano 004
 
 

 
            
 

 

 

 

Joomla Templates and Joomla Extensions by ZooTemplate.Com
   

fiori per colore  

 Identificazione e classificazione
secondo 5 colori principali

fiori bianchi fiori blu fiori gialli
fiori rossi fioei vrdi
   

fio fiu

I fiori del fiume

lupo-titolo

Leggi l'articolo


 

LE BACCHE E ALTRI FRUTTI DEL BOSCO

Durante le nostre escursioni autunnali abbiamo notato la grande quantità di frutti presenti in autunno. Abbiamo così deciso di fotografarli e preparare delle semplici schede descrittive.

Clicca QUI 

biancospino-1
   

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Utilizzando il sito, dichiari di accettare l'uso dei cookie.