INDICE A _ Z - FLORA SPONTANEA DELLA VAL DI CECINA -

   

 

biancospino                 Nome scientifico:

CRATAEGUS MONOGYNA CRATAEGUS OXYACANTHA

      Nome comune:

BIANCOSPINO

        greca-fiori
      Famiglia: Rosaceae
      Fioritura: Aprile-Maggio;
      Frutti:     Ottobre  
      Habitat: Si trova dovunque nei luoghi incolti, siepi, macchie, radure dei boschi e arbusteti. Diffuso in tutta Italia fino a 1500metri.  
                     

Descrizione:                    

 

Esistono due specie di biancospino, molto simili e solo dopo un'attenta osservazione si possono distinguere l'una dall'altra. La varietà "Oxyacantha" è meno diffusa della "Monogyna" e si differenzia per i lobi delle foglie irregolarmente seghettati e molto meno frastagliati, dai fiori che portano 2-3 stili e dai frutti che contengono 2 semi e si presentano un po’ più rotondeggianti dell'altra varietà. 

Il Biancospino è una pianta molto ramificata, con rametti spinosi, che si presenta normalmente come un arbusto, ma talvolta raggiunge le dimensioni di un albero. E’ una pianta molto robusta che può vivere anche per diversi secoli. Infatti il suo nome che deriva dal greco “Kràtaigos” vuol dire forza e robustezza.

In passato veniva piantata al bordo dei campi per formare una barriera che potesse delimitare i confini e proteggere le proprietà dei terreni. 

 

Le foglie sono caduche, con picciolo corto e la base a forma di cuneo, incise in 3-5 lobi e molto frastagliate specialmente nella varietà "Monogyna". 

I fiori, di colore bianco, sono raggruppati in corimbi, portati da corti rametti. Hanno 5 sepali triangolari e 5 petali bianchi. Al centro della corolla si evidenziano numerosi trami e antere di colore rossastro.  

I frutti, in realtà sono falsi frutti, sono di forma ovale, di color rosso-bruno a maturazione e contengono, nella  polpa, il loro  vero frutto con 1-2 noccioli. 

 

Il Biancospino è un potente tonico cardiaco, antispasmodico, in grado di regolare la circolazione sanguigna agendo sui vasi e sul muscolo del cuore. Corregge l'ipertensione e l'aritmia e può essere d'aiuto per l'arteriosclerosi, per l'angoscia, l'insonnia e le vertigini.

Si usano gli infusi di fiori, dal sapore delizioso per le proprietà sedative, ipotensive e vasodilatatorie. L'infuso di frutti,invece ha proprietà astringenti.Con la corteccia dei rami, con i fiori e i frutti, si possono fare decotti da utilizzare per uso esterno, utili come antinfiammatori delle mucose della bocca e delle gengive.Viene usato anche nella preparazione di prodotti cosmetici per tonicizzare la pelle grassa.          

 …..Per ottenere un ottimo sciroppo dissetante basta mettere in infusione una manciata di fiori in ½ litro di acqua bollente per mezz’ora. Dopo aver filtrato , rimettere a bollire per altri 2 minuti circa, mescolando. Diluendone qualche cucchiaio in un bicchiere di acqua fredda si otterrà una bevanda, non solo molto gradevole, ma in grado di calmare la sete.

 

 

   biancospino-1
 
 
   biancospino-3
 
  biancospino-4

 
            
 

 

Joomla Templates and Joomla Extensions by ZooTemplate.Com
   

fio fiu

I fiori del fiume

lupo-titolo

Leggi l'articolo


 

LE BACCHE E ALTRI FRUTTI DEL BOSCO

Durante le nostre escursioni autunnali abbiamo notato la grande quantità di frutti presenti in autunno. Abbiamo così deciso di fotografarli e preparare delle semplici schede descrittive.

Clicca QUI 

biancospino-1
   

Calendario Eventi  

Ottobre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031
   

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Utilizzando il sito, dichiari di accettare l'uso dei cookie.