INDICE A _ Z - FLORA SPONTANEA DELLA VAL DI CECINA -

   

Calendula

Dettagli

 

calendula                 Nome scientifico: CALENDULA ARVENSIS
       Nome comune: CALENDULA
        greca-fiori
       Famiglia: Asteraceae-Compositae
       Fioritura: Giugno-Novembre
       Habitat:     Predilige prati incolti, olivete, bordi stradali, fino a 600m. Non è presente in Val d'Aosta e Trentino A.A.
     
       

Descrizione:                    

 

ll genere "Calendula" è presente in Italia con varie specie, tra cui le più comuni sono: la Calendula Officinalis e la Calendula Arvensis e si ritiene che tutte le varietà di queste piante, siano derivate da un'unica specie.

 

La Calendula Arvensis è una pianta annuale (raramente biennale) con una radice a fittone contornata da radichette laterali. Il fusto è eretto piuttosto ramificato e tende ad arcuarsi durante lo sviluppo della pianta. Tutta la pianta è ricoperta di peluria e da ghiandole che emettono un gradevole e caratteristico odore, quando viene strofinata.

 

Le foglie basali sono oblunghe, lanceolate di color verde chiaro, mentre quelle che si trovano lungo lo stelo sono più piccole, alterne, spatolate con margine sinuoso.

 

I fiori sono riuniti in capolini di un bel colore giallo aranciato intenso, grandi un paio ci cm. Ogni pianta ne può produrre da 20 a 50.

I frutti sono curiosi acheni, suddivisi in forme diverse per quelli esterni, per quelli interni e per quelli mediani.

Dal punto di vista edule si utilizzano i fiori, che uniti a risotti o ad altre pietanze conferiscono il colore giallo dello zafferano.

In medicina invece, è molto usata come potente antisettico, decongestionante, antinfiammatorio, lenitivo e idratante e grazie perciò ai suoi principi attivi, viene impiegata per la preparazione di creme e pomate per dermatiti, eczemi, foruncoli, punture di insetti e di meduse. I suoi fiori giallo arancio sono usati nei fondotinta e nelle creme idratanti e nutrienti.

 

In molte zone, la calendula viene chiamata anche "oro di Maria" per la proprietà di alleviare anche i dolori mestruali.

 

 

Il suo nome deriva dal latino "calendae", parola con la quale i Romani indicavano il primo giorno del mese, dato che questa pianta fiorisce in genere ogni mese e durante tutta l'estate. L'aggettivo 'arvensis' significa dei campi, riferendosi all'ambiente in cui cresce.

 

 

             calendula2
 
 
   
 
   
 
   
 
 
Joomla Templates and Joomla Extensions by ZooTemplate.Com
   

fiori per colore  

 Identificazione e classificazione
secondo 5 colori principali

fiori bianchi fiori blu fiori gialli
fiori rossi fioei vrdi
   

fio fiu

I fiori del fiume

lupo-titolo

Leggi l'articolo


 

LE BACCHE E ALTRI FRUTTI DEL BOSCO

Durante le nostre escursioni autunnali abbiamo notato la grande quantità di frutti presenti in autunno. Abbiamo così deciso di fotografarli e preparare delle semplici schede descrittive.

Clicca QUI 

biancospino-1
   

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Utilizzando il sito, dichiari di accettare l'uso dei cookie.