INDICE A _ Z - FLORA SPONTANEA DELLA VAL DI CECINA -

   

Linajola Comune

Dettagli
linaria vulgaris 001                 Nome scientifico: LINARIA VULGARIS
       Nome comune: LINAJOLA COMUNE
      greca-fiori
       Famiglia: Scrophulariaceae (Plaginantaceae)
       Fioritura: Giugno-Novembre
       Habitat:     bordi di strade, campi, incolti, luoghi sassosi e soleggiati. Dalla pianura, fino a 1500 m. Assente in Sicilia e Sardegna.
     
       

Descrizione:                    

linaria vulgaris 002Pianta erbacea perenne con radici striscianti rizomatose.

Ha fusti eretti, riccamente fogliati, lignificati e ramificati alla base, lunghi fino a 80 cm.

Le foglie sono alterne lunghe 3/5 cm, larghe pochi millimetri, di color verde grigiastro. Hanno margine intero, con scanalatura centrale.

L’infiorescenza è raccolta in un grappolo conico, che si allunga durante la fioritura.   Ogni fiore è sorretto da peduncolo e da 5 piccoli sepali ovali. La corolla ha forma bilabiata, color giallo zolfo e può misurare fino a 3cm. Anche il labbro superiore è bilabiato, mentre l’inferiore, di color giallo-arancio, ha un evidente rigonfiamento che chiude la fauce della corolla. Dietro è presente uno sperone lungo circa 1 cm.

L’insolita forma del fiore, ha da sempre stimolato curiosi paragoni, dando origine ai nomi più fantasiosi come ‘Bocca di leone’, ‘Bocca di lupo’, ‘Faccia di rospo’ e perfino ‘Burro e uova’ nei paesi anglosassoni.

La sua forma esclude l’accesso alla maggior parte degli insetti in cerca di nettare, tranne che per i più pesanti come il bombo, in grado con la sua mole, di aprire il fiore.

Il frutto è una capsula ovale che contiene semini scuri appiattiti, circondati da un’aletta cartacea.

La Linaria ha proprietà astringenti, emollienti, diuretiche e depurative del fegato. In passato, la medicina popolare utilizzava la poltiglia ottenuta con le foglie fresche per curare emorroidi, ulcere, piaghe ed eruzioni cutanee. Mentre il succo della pianta, usato come prodotto di bellezza, serviva per schiarire le lentiggini e le macchie sul viso.

Oggi viene utilizzata nei rimedi omeopatici per nausea e sonnolenza e trattamenti cutanei. Spesso considerata ingiustamente pianta infestante, la Linaria viene usata anche per la decorazione dei giardini per la sua bella fioritura che si prolunga fino all’autunno inoltrato.

E’ considerata una buona pianta mellifera e i suoi fiori commestibili, sono apprezzati crudi nelle insalate.

L’origine del suo nome deriva dalla parola greca ‘Linon=lino’, per la rassomiglianza delle sue foglie con quelle di questa pianta. L’epiteto invece ha origini nella parola latina ‘Vulgus=volgo’ che la descrive come una pianta comune.

  linaria vulgaris 003
  linaria vulgaris 004
  linaria vulgaris 005
   

Linaria Vulgaris -- Linajola Comune

 

Joomla Templates and Joomla Extensions by ZooTemplate.Com
   

fiori per colore  

 Identificazione e classificazione
secondo 5 colori principali

fiori bianchi fiori blu fiori gialli
fiori rossi fioei vrdi
   

fio fiu

I fiori del fiume

lupo-titolo

Leggi l'articolo


 

LE BACCHE E ALTRI FRUTTI DEL BOSCO

Durante le nostre escursioni autunnali abbiamo notato la grande quantità di frutti presenti in autunno. Abbiamo così deciso di fotografarli e preparare delle semplici schede descrittive.

Clicca QUI 

biancospino-1
   

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Utilizzando il sito, dichiari di accettare l'uso dei cookie.