INDICE A _ Z - FLORA SPONTANEA DELLA VAL DI CECINA -

   

 


pungitopo                 Nome scientifico:

RUSCUS ACULEATUS

      Nome comune:

PUNGITOPO

      Nomi locali:

STRINATOPO

      Famiglia: Liliaceae
      Fioritura: febbraio-aprile e in ottobre
      Frutti:     Autunno-Inverno
      Habitat: Sottobosco della Macchia Mediterranea, nelle pinete e nelle leccete fino a 600m.
           greca-fiori 

Descrizione:                    

Il Pungitopo è una pianta perenne, sempreverde, rigida, eretta, dal robusto rizoma strisciante quasi mai ramificato e può raggiungere un’altezza fino a 80 cm. I fusti che hanno origine dall'apice del rizoma, hanno la porzione basale lignificata e abbondano di ramificazioni in alto.

 

Quelle che sembrano foglie sono piatte, ovali, con nervature parallele e spinose all’estremità, di color verde scuro.  Ma in realtà queste non sono altro che dei rametti appiattiti detti “Cladodi”, aventi la forma e la funzione delle foglie.
Le vere foglie sono piccolissime, inserite al centro dei cladodi, di forma triangolare e lunghe pochi mm.

 

Al centro di queste foglioline, sbocciano dei piccolissimi fiori femminili e maschili su piante diverse. Composti da 6 tepali, di cui i tre sterni ovali e gli interni lanceolati di colore verdastro-violaceo.
Solitamente quando la pianta fiorisce porta già i frutti dell’anno precedente.


Il frutto è una bacca globosa color rosso brillante al cui interno sono contenuti 1 o 2 semi.


Il pungitopo ha proprietà astringenti, antinfiammatorie ed è usato in fitoterapia per le benefiche proprietà dell’estratto di “rusco” di cui sono ricchi i suoi flavonoidi, che aumenta la resistenza dei capillari e viene utilizzato, fin dall’antichità come potente vasocostrittore, poichè agendo sulla fragilità capillare, aumenta il tono delle pareti venose, migliorando la circolazione delle gambe e proteggendo i vasi sanguigni.
E' inoltre utile per varici, emorroidi e flebiti.
I suoi giovani germogli si possono usare in cucina come gli asparagi.
Anticamente i Romani piantavano il pungitopo intorno alle loro abitazioni, pensando che avesse il potere di allontanare e proteggere dai malefici e ancora oggi la tradizione lo vuole nelle nostre case come decorazione durante le feste natalizie e lo ritiene di buon augurio.


Il suo nome scientifico “Ruscus aculeatus” deriva dal latino e significa "rustico e pungente", ma il nome comune di “pungitopo” fa riferimento al suo antico utilizzo, quando veniva messo tutto intorno alle provviste per poterle salvaguardare dai topi.

 

   pungitopo2
 
 
   
 
 

 
            
 

 

Pungitopo -- Ruscus aculeatus

Joomla Templates and Joomla Extensions by ZooTemplate.Com
   

fio fiu

I fiori del fiume

lupo-titolo

Leggi l'articolo


 

LE BACCHE E ALTRI FRUTTI DEL BOSCO

Durante le nostre escursioni autunnali abbiamo notato la grande quantità di frutti presenti in autunno. Abbiamo così deciso di fotografarli e preparare delle semplici schede descrittive.

Clicca QUI 

biancospino-1
   

Calendario Eventi  

Dicembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
   

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Utilizzando il sito, dichiari di accettare l'uso dei cookie.