• Rocca Sillana

  • Riserva naturale di Monterufoli

  • Riserva naturale di Monterufoli

    Farneta
  • Riserva naturale di Berignone

  • Panorama dalle Balze

    Volterra
  • Querceto

  • Rocca Sillana

  • Castello dei Vescovi

    Riserva naturale di Berignone
  • Camomilla

    Riserva naturale di Berignone
  • Daini

    Riserva naturale di Berignone
  • Daini

    Riserva naturale di Berignone
  • Fiume Cecina

    Riserva naturale di Berignone
  • Orchidee
  • Riserva naturale di Caselli

  • Le Cornate

  • San Michele

  • Torrente Sterza

    Riserva naturale di Caselli
  • Fiume Cecina

    Riserva Naturale di Berignone
cdg f ceppica 001   Nome scientifico: INULA VISCOSA (DITTRICHIA VISCOSA)
  Nome comune: CEPPICA
  Famiglia: Asteraceae
  Fioritura: Agosto-Ottobre
  Habitat: colonizza incolti e pascoli degradati, terreni siccitosi, poveri, sia calcarei, che argillosi. Fino a 800 m. Assente in Valle d’Aosta e Trentino.


Descrizione

cdg-f-ceppica dis

E’ una pianta eliofila, alta da 50 a 150 cm, cespugliosa, perenne che ogni anno produce nuovi rami fioriferi alla base di quelli ormai secchi, dell’anno precedente.

Ha portamento vigoroso e forma cespi di fusti eretti, lignificati alla base, molto ramificati e vischiosi.

Le foglie sono alterne o sparse, ricoperte di ghiandole appiccicose, ricche di oli essenziali che emanano un forte odore di resina. Hanno forma lanceolata, appuntite all’apice, con margine debolmente dentellato, lunghe fino a 8 cm.

L’infiorescenza è riunita in una lunga pannocchia piramidale che sboccia all’estremità del fusto, composta di capolini grandi fino a 1 centimetro e mezzo.

I fiori periferici che compongono il capolino sono femminili, con lunghe ligule raggianti color giallo oro. Gli interni, sempre di colore giallo, sono ermafroditi ed hanno una corolla tubolosa che termina con 5 piccoli denti.

Il frutto è un achenio di colore biancastro, piuttosto ghiandoloso, largo circa 2 cm, che termina in un pappo di peli.

L’Inula viscosa è una specie officinale e contiene principi attivi e oli essenziali, che venivano usati in passato, come antimicotici, per dermatiti e eczemi della pelle. Benché venga considerata infestante ed invasiva, l’Inula è una pianta che in ambiente naturale, riesce a consolidare scarpate e zone franose, per la sua grande capacità di radicazione.

Ha anche un importante ruolo di mantenimento nel controllo biologico degli equilibri naturali dell’oliveto, garantendo lo svernamento di un insetto parassita e antagonista delle temibili larve della mosca olearia(Batrocera oleae).

L’etimologia della parola Inula si pensa possa derivare dal greco ‘Inanein’, che vuol dire ‘purificare’, riferito alle proprietà medicamentose della pianta. Il suo nome, con cui viene attualmente classificata, è dedicato a Dittrich, studioso contemporaneo della specie ‘Asteracee’ e direttore del Giardino botanico di Berlino. Con l’epiteto ‘viscosa’, si sottolinea la vischiosità della pianta.

                    



  cdg f ceppica 002
  cdg f ceppica 003
  cdg f ceppica 004
  cdg f ceppica 005
   
   

Ceppica -- Inula viscosa (Dittrichia viscosa)