• Rocca Sillana

  • Riserva naturale di Monterufoli

  • Riserva naturale di Monterufoli

    Farneta
  • Riserva naturale di Berignone

  • Panorama dalle Balze

    Volterra
  • Querceto

  • Rocca Sillana

  • Castello dei Vescovi

    Riserva naturale di Berignone
  • Camomilla

    Riserva naturale di Berignone
  • Daini

    Riserva naturale di Berignone
  • Daini

    Riserva naturale di Berignone
  • Fiume Cecina

    Riserva naturale di Berignone
  • Orchidee
  • Riserva naturale di Caselli

  • Le Cornate

  • San Michele

  • Torrente Sterza

    Riserva naturale di Caselli
  • Fiume Cecina

    Riserva Naturale di Berignone
cdg f veronica comune 001   Nome scientifico: VERONICA PERSICA
  Nome comune: VERONICA COMUNE - OCCHI DELLA MADONNA
  Famiglia: Scrophulariaceae-Plantaginaceae
  Fioritura: Gennaio-Dicembre (tutto l'anno)
  Habitat: Comune nelle zone antropizzate di tutte le regioni, si trova nei luoghi erbosi, orti, bordi stradali, culture da 0 a 1800m.


Descrizione

cdg-f-veronica-comune dis

Piccola e graziosa pianta erbacea perenne ritenuta infestante, presente in Italia con 3 congeneri molto similari tra di loro; introdotta con probabilità nel XIX° secolo, tra altri semi importati dalla Persia.

Ha piccoli fusti prostrati che strisciano radicando nel terreno. Si presentano eretti nella parte superiore, di colore rossastro con presenza di vistosa pelosità. La pianta può essere alta fino a 50 cm.

Le foglie sono ovate, color verde acceso, con margine fortemente seghettato, ricoperte di peluria da entrambi le parti, che le proteggono sia dal freddo, che dal calore solare.

I piccoli e delicati fiori, sono sorretti da un lungo peduncolo, che si diparte lateralmente dall'ascella delle foglie.  Hanno corolla azzurrina con striature più scure, divisa in 4 petali con anello centrale bianco-giallastro.

I frutti sono piccole capsule schiacciate, contenenti all'interno semini giallastri, leggermente convessi da un lato.

Come pianta officinale, ha proprietà toniche e espettoranti.

L'origine della parola "Veronica" è controversa e potrebbe essere attribuita a un errore di pronuncia del suo nome stesso: "Betonica" o "Vettonica", riferito a una pianta molto similare. Oppure, si dice che sia dedicata alla santa italiana di nome "Veronica". Diversamente potrebbe divenire da "Vera Ikona", poiché la piantina veniva usata per guarnire le immagini sacre, nelle rappresentazioni religiose del medioevo. L'attributo "persica", si riferisce naturalmente al suo luogo di origine.

Il colore e l'aspetto gentile del piccolo fiore, viene anche associato con quello degli occhi della Madonna

                    



  cdg f veronica comune 002
  cdg-f-veronica-comune 003
  cdg-f-veronica-comune 004
   
   
   

Veronica comune-- Veronica persica