INDICE A _ Z - FLORA SPONTANEA DELLA VAL DI CECINA -

   

 


sambuco                 Nome scientifico: SAMBUCUS NIGRA
      Nome comune: SAMBUCO NERO
      Nomi locali:

Sambuco Nostrale

      Famiglia: Adoxaceae-(Caprifoliaceae)
      Fioritura: Aprile-Giugno
      Frutti:     Autunno
      Habitat: Cresce fino nelle zone montane di tutta Italia, in terreni ricchi di azoto, in boschi umidi, siepi, rive di corsi d'acqua, tra ruderi e zone incolte fino a 1300 mt.
           greca-fiori 

Descrizione:                    

 Il Sambuco è un arbusto perenne, deciduo, cespuglioso con  molti fusti che si generano dal terreno. Si può presentare anche come un piccolo albero alto 5-8 mt dal tronco biforcato  dal basso e molto ramificato.

I suoi rami più giovani sono di colore verde, mentre quelli dell'anno precedente hanno la corteccia bruno-cenere su cui spiccano delle lenticelle. La parte interna dei rami è formata da un midollo chiaro e spugnoso.

 

Le foglie sono opposte a 2 a 2 con il picciolo dilatato alla base e quando cadono lasciano sul ramo una cicatrice a forma di semi-luna. Sono composte da 3-5-7 foglioline con breve picciolo, ellittiche, con base a cuneo, di colore verde vivo sopra e più chiaro nella parte inferiore. Il loro margine è dentellato e l'apice termina con un cuneo più grande degli altri.

 

I fiori sono riuniti in un ampio corimbo (10-20 cm.) al termine dei rami. Hanno un piccolo calice tubolare, da dove si dividono 5 lobi arrotondati a  a forma di stella, di colore bianco-giallastro e gradevolmente profumati.

 

I frutti sono piccole drupe di colore nero lucente, dal succo rossastro, grandi circa mezzo cm, sorrette da un peduncolo anch'esso rossastro.  Al loro interno ci sono 2-3 semi.

 

Il Sambuco ha proprietà diuretiche, sudorifere, lassative, antireumatiche, antinevralgiche, emollienti.

I principi attivi contenuti nei fiori e nei frutti sono oli essenziali,  tannini, glucosidi,  pectine,  oligo elementi minerali,ecc.

Si possono usare infusi di fiori per decongestionare la pelle e gli occhi. Decotti fatti con i fiori, invece, per uso esterno come  lenitivo, emolliente sui foruncoli, emorroidi, scottature.

Il sambuco fin dall'antichità è sempre stato usato per le sue proprietà medicinali, tanto che una volta, non c'era casa di campagna che non ne avesse una pianta nelle vicinanze o nelle siepi di confine.

Con i frutti del sambuco si possono fare dei distillati o delle marmellate dolci dalle proprietà lassative e ricche di vitamina C.  Con i suoi  fiori invece, possono essere cucinate ottime frittelle, o possono essere aggiunti alle insalate.  Anche alcuni uccelli, ne sono golosi tra cui la capinera che si ciba di questi frutti.

 

Tutte le parti del sambuco, però sono tossiche, per la presenza di cianuro e alcaloidi, fatta eccezione per i fiori e per le bacche a giusta maturazione e private dei semi.

In passato, si attribuivano a questa pianta, poteri magici contro i demoni e le streghe e veniva regalata in piccoli mazzi per augurare la buona sorte.

 

Il nome Sambuco deriva dal greco "Sambike", forse in riferimento a uno strumento musicale, simile a un flauto, che veniva fabbricato con i suoi rami svuotati del midollo.  L'aggettivo "niger" vuol dire nero, chiaramente riferito al colore dei suoi frutti.

 

 

 

   sambuco-2
 
 
   sambuco-3
 
  sambuco-4

 
            
 

 

 Sambuco -- Sambucus nigra

Joomla Templates and Joomla Extensions by ZooTemplate.Com
   

fio fiu

I fiori del fiume

lupo-titolo

Leggi l'articolo


 

LE BACCHE E ALTRI FRUTTI DEL BOSCO

Durante le nostre escursioni autunnali abbiamo notato la grande quantità di frutti presenti in autunno. Abbiamo così deciso di fotografarli e preparare delle semplici schede descrittive.

Clicca QUI 

biancospino-1
   

Calendario Eventi  

Dicembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
   

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Utilizzando il sito, dichiari di accettare l'uso dei cookie.