• Rocca Sillana

  • Riserva naturale di Monterufoli

  • Riserva naturale di Monterufoli

    Farneta
  • Riserva naturale di Berignone

  • Panorama dalle Balze

    Volterra
  • Querceto

  • Rocca Sillana

  • Castello dei Vescovi

    Riserva naturale di Berignone
  • Camomilla

    Riserva naturale di Berignone
  • Daini

    Riserva naturale di Berignone
  • Daini

    Riserva naturale di Berignone
  • Fiume Cecina

    Riserva naturale di Berignone
  • Orchidee
  • Riserva naturale di Caselli

  • Le Cornate

  • San Michele

  • Torrente Sterza

    Riserva naturale di Caselli
  • Fiume Cecina

    Riserva Naturale di Berignone
 titol  
 

berignone Cornata Cornata Cornata Cornata Cornata

 Questo esteso intricatissimo complesso boschivo si estende per circa 2170 ettari nella Val di Cecina, tra il borgo di Mazzolla ad ovest e il torrente Sellate a sud. Si tratta di una zona protetta come riserva naturale della Regione Toscana, istituita nel 1995. Numerosi e suggestivi sono i corsi d'acqua che attraversano la foresta, dal fiume Cecina, ai torrenti Fosci, Sellate e Botro del Rio.
Questi boschi meritano una particolare considerazione, sia per la loro maestosa estensione, sia per la varietà di piante che essi ospitano. Leccio, corbezzolo, fillirea, ginepro, lentisco, mirto, erica, viburno, sono le specie più diffuse alle quali si associano altre caducifoglie come querce, cerro e rovere. Sui versanti più freschi e più alti è presente l'acero campestre, l'orniello, il carpino nero. Anche il patrimonio della vegetazione erbacea è molto ricco: bucaneve,ranuncoli, viole, primule,cisti,ellebori,rose canine e numerose orchidacee. Molte anche le specie di mammiferi: cinghiali, caprioli,daini,mufloni,istrici,tassi,faine,donnole e scoiattoli.
Numerosi gli uccelli stanziali e migratori e i rapaci notturni e diurni. Si rileva anche la presenza di lupi.
 

pomarance Cornata Cornata Cornata Cornata

In questa zona si trova uno dei percorsi più belli e conosciuti della val di Cecina.
04A pochi km dall'abitato di Montecerboli, nella suggestiva valle scavata dal piccolo torrente di Radicagnoli, nascosto tra le rocce di gabbro, si trova il “Bagno di San Michele” o di “Spartacciano” apprezzato sito termale già conosciuto in età romana, anche se le prime notizie documentate risalgono al 1512, quando era meta di lebbrosi e sofferenti di malattie artritiche e proprio a tale scopo venne ampliato modificando la piccola struttura già esistente.
In seguito subì altre modifiche, le ultime ai primi dell'800 ad opera di F.De Larderel conte di Montecerboli.
 

monterufoli caselli monterufoli-caselli monterufoli-caselli monterufoli-caselli monterufoli-caselli monterufoli-caselli monterufoli-caselli monterufoli-caselli monterufoli-caselli

 La Riserva Naturale di Monterufoli-Caselli riveste una grande importanza paesaggistica e naturalistica per l’ottimo stato di conservazione dei luoghi e la presenza di biodiversità.12 La riserva naturale include i complessi forestali regionali di Monterufoli e Caselli, un Sito di Importanza Comunitaria e un Sito di Importanza Regionale.
Vaste foreste e fitte macchie, attraversate da una rete di torrenti quali lo Sterza ed il Trossa, determinano una delle zone wilderness più importanti della Toscana. L’habitat particolarmente vario ospita numerose piante e animali ed è caratterizzato da una flora endemica e soprattutto da interessanti mineralizzazioni e formazioni geologiche che attraggono gli appassionati di geologia e gli escursionisti.
 

cornata Cornata Cornata Cornata Cornata Cornata Cornata

gerfalco La Riserva è situata nella parte orientale delle Colline Metallifere, nei pressi del quale il fiume Cecina ha le sue sorgenti. I confini dell’area protetta, situata a cavallo tra le province di Siena e Grosseto, abbracciano tutto il lungo e stretto crinale delle Cornate (1066 mt) e il vicino Poggio Mutti (808 mt), allargandosi a nord a comprendere le basse colline in cui sorge il suggestivo Castello di Fosini.
È l'orografia del territorio a fare delle Cornate una meta di rilievo nazionale. Si tratta di un massiccio montuoso che supera i 1000 mt di altezza ed è costituito da un complesso di rupi calcaree a strapiombo. Nella prateria che sovrasta il monte spuntano la Viola etrusca, la Fritillaria tenella e l'orofita Hypericum coris.

La Cornata

 

val pavone Cornata Cornata Cornata Cornata

15 Sito di Importanza Regionale “Valle del Pavone e Rocca Sillana”. Per la cospicua presenza di elementi di notevole interesse storico-artistico, minerario e naturalistico quest’area rappresenta indubbiamente uno degli ambienti più interessanti e suggestivi della Val di Cecina, un quadro storico, ambientale e paesaggistico unico nel suo genere.

02

05

 

volterra montecatini Cornata Cornata Cornata

 

castelnuovo Cornata Cornata Cornata

 

notturni
 
pavone nott poggine nott
   cornata nott
 
 

risalite alveo risalite-alveo risalite-alveo risalite-alveo risalite-alveo

 

cornata Cornata Cornata Cornata

 
 

TREKKING IN VAL DI CECINA