• Rocca Sillana

  • Riserva naturale di Monterufoli

  • Riserva naturale di Monterufoli

    Farneta
  • Riserva naturale di Berignone

  • Panorama dalle Balze

    Volterra
  • Querceto

  • Rocca Sillana

  • Castello dei Vescovi

    Riserva naturale di Berignone
  • Camomilla

    Riserva naturale di Berignone
  • Daini

    Riserva naturale di Berignone
  • Daini

    Riserva naturale di Berignone
  • Fiume Cecina

    Riserva naturale di Berignone
  • Orchidee
  • Riserva naturale di Caselli

  • Le Cornate

  • San Michele

  • Torrente Sterza

    Riserva naturale di Caselli
  • Fiume Cecina

    Riserva Naturale di Berignone
cdg f perlina minore 001   Nome scientifico: BELLARDIA TRIXAGO LUTEA
  Nome comune: PERLINA MINORE
  Famiglia: Orobancaceae
  Fioritura: Aprile – Giugno
  Habitat: luoghi incolti, garighe e campi coltivati a grano, fino a 1200 metri. Presente dall’Emilia Romagna e Toscana, fino al Sud Italia, comprese le Isole.


Descrizione

cdg-f-perlina-minore dis

Pianta erbacea annuale semiparassita, eliofila-termofila, che può essere alta anche oltre 50 cm. Ha portamento eretto su stelo robusto ghiandoloso e pubescente, talvolta di colore rossastro.

Le foglie sono di colore verde intenso; non hanno peduncolo, sono opposte, lanceolate con margini vistosamente dentati, lunghe fino a 9 cm.

L’infiorescenza è portata su un lungo racemo terminale, che al momento della fioritura assume una forma piramidale con brattee decrescenti simili alle foglie, sporgenti sotto ogni fiore. L’infiorescenza tende ad allungarsi durante la fruttificazione.

I fiori sono orientati su tutti i lati; hanno calice rigonfio con 5 denti triangolari che racchiudono per un quarto il tubo della corolla. Questa, lunga fino a 2 cm e mezzo ha forma bilabiata, color giallo brillante. Il labbro superiore è convesso, mentre l’inferiore trilobato, ha due vistose gibbosità.

Il frutto è una capsula globosa lateralmente compressa che contiene numerosi semini lunghi e striati.

Questa pianta veniva utilizzata in passato per le conosciute proprietà astringenti e protettive della pelle.

E’ dedicata al botanico torinese Antonio Bellardi vissuto dal 1741 al 1826; mentre l’aggettivo ‘trixago’ deriva da una parola greca che veniva usata per descrivere tutte le specie con corolla dal labbro trilobato.

                    



  cdg-f-perlina-minore 002
  cdg f perlina minore 003
  cdg f perlina minore 004
  cdg f perlina minore 005
   
   

Perlina Minore -- Bellardia Trixago Lutea