• Rocca Sillana

  • Riserva naturale di Monterufoli

  • Riserva naturale di Monterufoli

    Farneta
  • Riserva naturale di Berignone

  • Panorama dalle Balze

    Volterra
  • Querceto

  • Rocca Sillana

  • Castello dei Vescovi

    Riserva naturale di Berignone
  • Camomilla

    Riserva naturale di Berignone
  • Daini

    Riserva naturale di Berignone
  • Daini

    Riserva naturale di Berignone
  • Fiume Cecina

    Riserva naturale di Berignone
  • Orchidee
  • Riserva naturale di Caselli

  • Le Cornate

  • San Michele

  • Torrente Sterza

    Riserva naturale di Caselli
  • Fiume Cecina

    Riserva Naturale di Berignone

Civetta

civetta

emma cellesi

Athene noctua
Classe: Uccelli
Ordine: Strigiformi
Famiglia: Strigidi

 Specie presente  in tutto l'Emisfero nord, in Europa, Asia ed Africa del nord.. Molto diffusa in Italia, è presente lungo tutta la catena alpina, nelle aree con clima mite (fino a 600-700 metri di quota). Altre specie sono: Civetta nana Glaucidium passerinum e Civetta caporosso Aegolius funereus.

Ascolta il verso

La civetta ha una grane varietà e quantita di vocalizzazioni: nasali, bassi, crescenti e ripetuti "gugh"; altri versi: guaenti e miagolanti "cuiu", "chiu", "jau", "chia", ecc.

Foto di Karen Arnold da Pixabay

Caratteri distintivi

civetta 2
Foto di christels da Pixabay

Lunghezza totale: 22-23 cm - Apertura alare: 50-58 cm - Peso: 120-265 grammi 


Ha corpo massiccio, più piccola del merlo ma più pesante; il piumaggio è marrone-grigio con macchie bianche nella parte superiore, inferiormente è più chiaro, macchiato e striato di scuro; nei giovani è più grigiastro e sbiadito, macchiettao di biancastro-giallastro.

Il becco è corto e uncinato, giallastro con base grigiastra.

La testa è piatta, priva di ciuffi, con sopraccigli bianchi; gli occhi sono posti anteriormente e hanno iride gialla.

Le ali sono relativamente lunghe e larghe, macchiate di bianco.La coda è breve, barrata e squadrata.

Le zampe sono di media lunghezza, con tarsi e dita piumate e con unghie uncinate.

La femmina è più grossa del maschio. 

Biologia

civetta 3
Foto di Bishnu Sarangi da Pixabay

Ha abitudini notturne-crepuscolari, talvolta anche diurne, solitaria, notturna in migrazione.Vive in zone ruderali, urbane e alberate.

E' sedentaria, nidificante, migratrice regolare (sverna in Europa meridionale).

Alimentazione carnivora-insettivora (micromammiferi, uccelli, grossi insetti, lombrichi, rettili, anfibi). Spesso ingeriscono le prede intere per poi espellere dopo un po' le borre, palline composte dai resti indigeribili.

Il periodo di riproduzione va da aprile a luglio. Depone le uova (3-8 bianche) in cavità e nicchie di alberi, muri ed edifici; l'incubazione dura 27-28 giorni (con una covata all'anno). La prole è nidicola e abbandona il nido a circa quattro settimane, ma continuano ad essere accudite dai genitori, sono completamente indipendenti solo a 2-3 mesi di vita.

Il volo è basso, rapido, battuto e planato, molto ondulato e silenzioso.

In libertà vive almeno 16 anni.