• Rocca Sillana

  • Riserva naturale di Monterufoli

  • Riserva naturale di Monterufoli

    Farneta
  • Riserva naturale di Berignone

  • Panorama dalle Balze

    Volterra
  • Querceto

  • Rocca Sillana

  • Castello dei Vescovi

    Riserva naturale di Berignone
  • Camomilla

    Riserva naturale di Berignone
  • Daini

    Riserva naturale di Berignone
  • Daini

    Riserva naturale di Berignone
  • Fiume Cecina

    Riserva naturale di Berignone
  • Orchidee
  • Riserva naturale di Caselli

  • Le Cornate

  • San Michele

  • Torrente Sterza

    Riserva naturale di Caselli
  • Fiume Cecina

    Riserva Naturale di Berignone
cdg-f-garofano-dei-boschi   Nome scientifico: DIANTHUS HYSSOPIFOLIUS (DIANTHUS MONSPESSOLANUM)
  Nome comune: GAROFANO DEI BOSCHI (GAROFANO DI MONTPELLIER)
  Famiglia: Caryophyllaceae
  Fioritura: Maggio-Agosto
  Habitat: margine di boschi e brughiere, arbusteti, scarpate. Suoli ricchi e profondi, preferibilmente terreni acidi. Da 500 fino a 2200 mt. Non è presente in Val d’Aosta, Sicilia, Sardegna, Puglia.


Descrizione

cdg f garofano dei boschi dis

Piccola pianta erbacea perenne con rizoma e radichette ramose, di consistenza delicata.

I fusti sono cilindrici, di colore verde chiaro glabro; spesso privi di foglie e ramificati verso la parte alta. Possono raggiungere oltre mezzo metro di altezza.

Le foglie sono lineari, intere, lunghe 7-10mm, sottili e flessuose. Sono opposte, color verde vivo e non hanno piccolo ma si saldano tra loro inguainando i fusto.

Il fiore è solitario o raccolto in scapi distanziati di 3-5 elementi. Ha un calice cilindrico terminante con dentini acuti. La corolla è composta da 5 petali distanziati tra loro e sfrangiati in sottili lacinie lunghe fino a 1 cm e mezzo, in maniera molto caratteristica. I fiori sono delicatamente profumati, di colore bianco o rosato, con leggere sfumature centrali più scure.

cdg f garofano dei boschi semiIl frutto è costituito da una piccola capsula che si apre in alto mediante 4 brevi dentelli per far uscire i minuti semini marronastri, rotondeggianti.

Il nome generico della pianta significa ‘fiore divino’ e deriva dal greco ‘Theòs =Dio e anthòs=fiore’. Il nome specifico, derivante da ‘ hyssopus’ indica la somiglianza delle sue foglie con quelle dell’Issopo. ‘Monspessolanus’ allude alla città francese di Mont Pellier ed è il nome attribuito alla pianta da Linneo, in omaggio al celebre orto botanico della città, il più antico di tutta la Francia, risalente al XVI° secolo.

 

Fotografato in Cornata nel percorso del ‘Viottolo dei Selciaini’.

  cdg-f-garofano-dei-boschi 002
  cdg-f-garofano-dei-boschi 003
  cdg-f-garofano-dei-boschi 004
  cdg-f-garofano-dei-boschi 005
  cdg-f-garofano-dei-boschi 006

Garofano dei boschi -- Dianthus hyssopifolius