• Rocca Sillana

  • Riserva naturale di Monterufoli

  • Riserva naturale di Monterufoli

    Farneta
  • Riserva naturale di Berignone

  • Panorama dalle Balze

    Volterra
  • Querceto

  • Rocca Sillana

  • Castello dei Vescovi

    Riserva naturale di Berignone
  • Camomilla

    Riserva naturale di Berignone
  • Daini

    Riserva naturale di Berignone
  • Daini

    Riserva naturale di Berignone
  • Fiume Cecina

    Riserva naturale di Berignone
  • Orchidee
  • Riserva naturale di Caselli

  • Le Cornate

  • San Michele

  • Torrente Sterza

    Riserva naturale di Caselli
  • Fiume Cecina

    Riserva Naturale di Berignone
cdg-f-Pulicaria odora   Nome scientifico: PULICARIA ODORA
  Nome comune: INCENSARIA ODOROSA
  Famiglia: Asteraceae
  Fioritura: Maggio-Settembre
  Habitat: radure di macchie e di boschi cedui aperti. Presente solo nell’Italia centro-meridionale e insulare. Fino a 1200m.


Descrizione

cdg-f-Pulicaria odora dis

Pianta erbacea con radici rizomatose striscianti circondate da radichette secondarie.

I suoi fusti sono eretti, pelosi e vellutati, ramificati nella parte superiore; possono raggiungere anche un metro di altezza.

Le foglie basali formano una rosetta che persiste anche durante la fase della fioritura. Hanno forma lanceolata, di color verde chiaro, con superficie percorsa da un reticolo di nervature. I margini di solito sono interi, ma possono essere anche seghettati. Lungo il fusto le foglie si presentano più piccole, senza peduncolo, lanose nella pagina inferiore, abbraccianti il fusto.

I fiori sono portati da peduncoli fogliosi, sorretti da un involucro campanulato-emisferico composto di squame embricate. Ogni elemento è formato da una corona esterna di ligule nastriformi di colore giallo oro, che rappresentano i fiori femminili. I tubuli interni, bisessuali, sono circa un centinaio, di color giallo scuro, formanti il disco interno.

I frutti sono piccoli acheni di forma ellittica muniti di pappo peloso.

Nella medicina popolare veniva estratto un olio contenuto nelle radici della pianta, con proprietà antibatteriche e fungicide, usato anche per curare gengive infiammate e dermatiti.

Il suo nome scientifico deriva dal fatto che anticamente, la pianta era utilizzata per respingere le pulci ed altri insetti fastidiosi. Dal latino ‘pulex=pulce’ e ‘odora’ per l’intenso profumo emanato.

Fotografata nella Riserva di Caselli 

                    



  cdg-f-Pulicaria odora 002
  cdg-f-Pulicaria odora 003
  cdg-f-Pulicaria odora 004
  cdg-f-Pulicaria odora 005
  cdg-f-Pulicaria odora 006

Incensaria odorosa -- Pulicaria odora