• Rocca Sillana

  • Riserva naturale di Monterufoli

  • Riserva naturale di Monterufoli

    Farneta
  • Riserva naturale di Berignone

  • Panorama dalle Balze

    Volterra
  • Querceto

  • Rocca Sillana

  • Castello dei Vescovi

    Riserva naturale di Berignone
  • Camomilla

    Riserva naturale di Berignone
  • Daini

    Riserva naturale di Berignone
  • Daini

    Riserva naturale di Berignone
  • Fiume Cecina

    Riserva naturale di Berignone
  • Orchidee
  • Riserva naturale di Caselli

  • Le Cornate

  • San Michele

  • Torrente Sterza

    Riserva naturale di Caselli
  • Fiume Cecina

    Riserva Naturale di Berignone
cdg-f-nargiso-tazzetta   Nome scientifico: NARCISSUS TAZETA
  Nome comune: NARCISO TAZZETTA - GIUNCHIGLIA
  Famiglia: Amaryllidaceae
  Fioritura: Marzo – Maggio
  Habitat: Prati e pascoli umidi. Fino a 1200 m. Non è presente in Val d’Aosta, Trentino A.A. e Friuli.


Descrizione

cdg-f-nargiso-tazzetta dis

Specie erbacea perenne con grosso bulbo globoso (3-4 cm) ricoperto da tuniche e piccole radici fascicolate.

Il fusto è di forma compressa a 2 spigoli, più raramente può essere cilindrico.

Le foglie sono tutte basali in gruppetti di 3-6. Sono erette nastriformi con leggera scanalatura, larghe un paio di centimetri, color grigio-verde.

L’infiorescenza è inclinata, formata da 3-8 elementi su peduncoli circondati da una spata cartacea aperta lateralmente.

I fiori hanno un gradevole odore mielato, formati da un tubo con corolla di colore giallo oro che ricorda una piccola tazza (5-8mm diametro). Hanno 5 tepali sovrapposti di color bianco latte di forma ovata e apice acuto (1,5cm).

Il frutto è una capsula di forma ovoide che contiene semi neri.

 

Anticamente la medicina popolare utilizzava il bulbo per le sue proprietà analgesiche, antispasmodiche, anticonvulsive e antifebbrili. Veniva anche ridotto in poltiglia e applicato sui foruncoli e sugli eczemi, nonostante l’alto contenuto di narcisina  lo renda pericoloso per ingestione.

Oggi si fa uso dell’estratto del bulbo, nella moderna cosmetica, per la preparazione di creme liftanti e toniche per la pelle.

Questa pianta è uno dei fiori più celebrati nella mitologia greca e ricorda le vicende di un giovane di nome Narciso, che invaghitosi della sua immagine riflessa nell’acqua, morì affogato con l’idea di raggiungerla. Col termine Narciso, si definisce infatti una persona che loda sé stesso.

Il termine del genere deriva dal greco Nàrke=inebriante, riferito secondo Plinio al suo profumo e alle proprietà dei suoi bulbi. Tazzetta invece, si riferisce alla forma tipica della corolla. Questa specie è servita nella coltivazione di numerosi e variopinti ibridi, come piante ornamentali.

                    



  cdg f nargiso tazzetta 002
  cdg-f-nargiso-tazzetta 003
   
   
   
   

Narciso tazzetta -- Narcissus tazeta