• Rocca Sillana

  • Riserva naturale di Monterufoli

  • Riserva naturale di Monterufoli

    Farneta
  • Riserva naturale di Berignone

  • Panorama dalle Balze

    Volterra
  • Querceto

  • Rocca Sillana

  • Castello dei Vescovi

    Riserva naturale di Berignone
  • Camomilla

    Riserva naturale di Berignone
  • Daini

    Riserva naturale di Berignone
  • Daini

    Riserva naturale di Berignone
  • Fiume Cecina

    Riserva naturale di Berignone
  • Orchidee
  • Riserva naturale di Caselli

  • Le Cornate

  • San Michele

  • Torrente Sterza

    Riserva naturale di Caselli
  • Fiume Cecina

    Riserva Naturale di Berignone
cdg f lunaria 001   Nome scientifico: LUNARIA ANNUA
  Nome comune: LUNARIA - MEDAGLIONI DEL PAPA
  Famiglia: Brassicaceae
  Fioritura: Aprile-Giugno
  Habitat: Bordi di campi, di siepi e di strade, vicino a torrenti e luoghi umidi. Predilige terreni ricchi di humus fino a 1000m. Non è presente in Puglia.


Descrizione

cdg-f-lunaria dis

Pianta erbacea perenne, talvolta alta più di 1 metro e mezzo, con fusto robusto, eretto di forma cilindrica, assai ramificato.

Le foglie basali sono opposte, quelle lungo il fusto sono più piccole, alterne, triangolari, ovate, col margine irregolarmente dentellato di color verde scuro.

 

I fiori, sorretti da peduncoli, senza brattee, sono portati in un racemo terminale. Possono essere di colore variabile dal rosa, viola o screziato con il calice formato da 4 sepali e la corolla da 4 petali spatolati di 10-20 mm.

 

Il frutto è una ampia siliqua di forma ellittica di 4-6 cm di diametro, prima di colore verde, poi argentea, ricoperta da due membrane che trattengono all’interno i semi discoidali. La forma e il colore di questa particolare siliqua rassomiglia a una luna o a delle monete agentee, da cui il nome popolare di Monete del Papa o Lunaria.

 

Anticamente venivano adoperati i semi della pianta come diuretici, mentre le giovani foglie erano consumate in insalata.

Oggi viene usata solo come pianta ornamentale e con i rami recisi semprevivi si possono riunire in raffinate composizioni ornamentali. La pellicola che ricopre la siliqua distaccandosi, lascia vedere una membrana trasparente opalina molto decorativa e duratura nel tempo.

 

Il nome Lunaria si riferisce alla forma orbicolare e al colore delle silique, che ricordano il chiarore della luna piena.

                    



  cdg f lunaria 002
  cdg f lunaria 003
   
   
   
   

Lunaria - Medaglioni del Papa   -   Lunaria annua