• Rocca Sillana

  • Riserva naturale di Monterufoli

  • Riserva naturale di Monterufoli

    Farneta
  • Riserva naturale di Berignone

  • Panorama dalle Balze

    Volterra
  • Querceto

  • Rocca Sillana

  • Castello dei Vescovi

    Riserva naturale di Berignone
  • Camomilla

    Riserva naturale di Berignone
  • Daini

    Riserva naturale di Berignone
  • Daini

    Riserva naturale di Berignone
  • Fiume Cecina

    Riserva naturale di Berignone
  • Orchidee
  • Riserva naturale di Caselli

  • Le Cornate

  • San Michele

  • Torrente Sterza

    Riserva naturale di Caselli
  • Fiume Cecina

    Riserva Naturale di Berignone
cdg-f-orchidea-ballerina   Nome scientifico: ORCHIS ANTHROPOPHORA
  Nome comune: ORCHIDEA BALLERINA
  Famiglia: Orchidaceae
  Fioritura: Aprile-Giugno
  Habitat: macchie, boschi, pascoli, praterie sassose, su terreni calcarei. Fino a 1600m. Non è presente in Val d’Aosta, Trentino, Friuli, rara nel resto del Nord-Italia.


Descrizione

cdg-f-orchidea-ballerina dis

Pianta erbacea con apparato radicale formato da 2 rizotuberi ellissoidali-globosi marronastri di circa 3 cm, circondati da corte e sottili radici. Il fusto è cilindrico color verde chiaro alto da 15 a 40 cm.

Le foglie basali, verde chiaro brillante, sono riunite in rosetta, in numero di 7-10, di forma lanceolata-spatolata con evidenti nervature parallele, lunghe fino a 10 cm e larghe circa 1. Quelle che si trovano lungo il fusto sono più piccole e avvolgenti.

I fiori da 20 a 50, sono riuniti in un’infiorescenza di forma stretta e allungata, densa, inizialmente compatta, che tende ad allungarsi e ad allargarsi durante la fioritura. I sepali e i petali sono riuniti a formare un piccolo casco di color giallo-verde con bordature rossastre. I tepali esterni ovali, saldati a casco, racchiudono i 2 interni più piccoli. Il labello è trilobato lungo fino a 1cm e mezzo, di forma pendula con lobo centrale più lungo e largo dei laterali, bifido, diviso in due lacinie lineari.

I semi sono piatti e reticolati. Il fiore essendo privo di sperone ha determinato per lungo tempo, l’attribuzione di questa pianta al genere ‘Acefera’, che significa privo di corno.

La sua curiosa forma ricorda la sagoma di un uomo, da cui deriva l’epiteto ‘anthropophora’. La parola ‘Orchis’, che significa ‘testicolo’, allude alla forma dei rizotuberi ed è anche il nome che venne attribuito alla specie da Plinio il Vecchio.

                    



  cdg-f-orchidea-ballerina 002
  cdg-f-orchidea-ballerina 003
  cdg-f-orchidea-ballerina 004
  cdg-f-orchidea-ballerina 005

Orchis anthropophora -- Orchidea ballerina