• Rocca Sillana

  • Riserva naturale di Monterufoli

  • Riserva naturale di Monterufoli

    Farneta
  • Riserva naturale di Berignone

  • Panorama dalle Balze

    Volterra
  • Querceto

  • Rocca Sillana

  • Castello dei Vescovi

    Riserva naturale di Berignone
  • Camomilla

    Riserva naturale di Berignone
  • Daini

    Riserva naturale di Berignone
  • Daini

    Riserva naturale di Berignone
  • Fiume Cecina

    Riserva naturale di Berignone
  • Orchidee
  • Riserva naturale di Caselli

  • Le Cornate

  • San Michele

  • Torrente Sterza

    Riserva naturale di Caselli
  • Fiume Cecina

    Riserva Naturale di Berignone
cdg f pimpinella 001   Nome scientifico: SANGUISORBA MINOR
  Nome comune: PIMPINELLA - SELVASTRELLA
  Famiglia: Rosaceae
  Fioritura: Da giugno a settembre - Raccolta: Primavera
  Habitat: Cresce sulle rocce, su scarpate, nei luoghi erbosi da 0 a 1300 metri.


Descrizione

cdg-f-pimpinella dis

Pianta erbacea perenne officinale, commestibile, sempreverde, fornita di un rizoma lignificato.

Ha fusti eretti semplici o talvolta ramificati, con superficie solcata verso l'alto, di colore verde-rossiccio,  pelosi, alti fino a 50-60cm.

Le foglie inferiori sono riunite in una rosetta, costituite da numerosi elementi, con 4-12 paia di foglioline, più una terminale. Di forma ovale ellittica, con margine inciso da dentellature acute, portate su un picciolo breve; sono di colore verde più scuro nella parte superiore. Lungo il fusto, le foglie diventano gradatamente più piccole, formate da  un numero minore di foglioline più strette.    

I fiori sono riuniti in corte spighe globose-ovali, all'apice dei rami, grandi poco meno di 2 cm. I fiori femminili che si trovano nella parte alta della spiga, spesso hanno solo l'ovario, mentre quelli centrali hanno sia l'ovario che gli stami, di cui gli inferiori maschili, composti da soli stami.  Hanno quattro sepali, ovali con apice acuto, senza petali, con un caratteristico stimma rosso e vivace. 

Il frutto si forma nel ricettacolo da due acheni che accrescendosi diventano suberosi, con quattro alette incavate.

In cucina si utilizzano le foglioline più tenere della rosetta basale e si possono adoperare per insaporire insalate e minestre, formaggi e verdure a cui conferiscono un delicato sapore di cetriolo che contraddistingue questa pianta.

In erboristeria, il decotto di Pimpinella  è considerato un rimedio naturale contro i dolori mestruali.  Per uso esterno, emorroidi, foruncoli e ferite, si utilizzano impacchi fatti con la parte aerea della pianta.

Tutta la pianta è ricca di vitamina C.

 

Il nome  "Sanguisorba" prende origine dal latino: "Sanguis e Sorbeo" per la sua capacità di fermare le emorragie.

Un curioso proverbio del passato recitava: 'L'insalata non è bella, se non c'è la Pimpinella '. Infatti, una volta la pianta era classificata col nome di 'Pimpinella'.

                    



  cdg f pimpinella 002
  cdg f pimpinella 003
  cdg f pimpinella 004
   
   
   

Pimpinella -- Sanguisorba minor