• Rocca Sillana

  • Riserva naturale di Monterufoli

  • Riserva naturale di Monterufoli

    Farneta
  • Riserva naturale di Berignone

  • Panorama dalle Balze

    Volterra
  • Querceto

  • Rocca Sillana

  • Castello dei Vescovi

    Riserva naturale di Berignone
  • Camomilla

    Riserva naturale di Berignone
  • Daini

    Riserva naturale di Berignone
  • Daini

    Riserva naturale di Berignone
  • Fiume Cecina

    Riserva naturale di Berignone
  • Orchidee
  • Riserva naturale di Caselli

  • Le Cornate

  • San Michele

  • Torrente Sterza

    Riserva naturale di Caselli
  • Fiume Cecina

    Riserva Naturale di Berignone

titolo 1

torraccia mfanciulle 006In una posizione strategica che domina tutta la vallata alla confluenza del torrente Sellate col Botro del Rio, si possono scorgere, al culmine di uno sperone roccioso, i poderosi resti del Castello dei Vescovi, detto anche Torraccia.
Di questa rocca se ne rinvengono tracce fin dall' 896, quando venne ceduta da Adalberto marchese di Toscana, ad Alboino vescovo di Volterra.
Da allora, più volte fortificato, il castello, diventò residenza vescovile usata sprattutto a scopo di difesa durante le continue rappresaglie, le prolungate, acerrime lotte e i violenti scontri, che insorgevano tra i Vescovi e il Comune di Volterra, nell'eterna lotta per il prezioso argento.
Nel 1315 per conto di Ranieri III Belforte, divenne anche importante sede di un'officina monetaria, nella quale venivano coniate monete sfruttando l'argento delle miniere vescovili di Montieri.

 


torraccia mfanciulle 005Il castello, più volte distrutto e riedificato, nel XVI secolo fu definitivamente abbandonato dopo l'occupazione dei Senesi.

Oggi rimangono in piedi solo i resti della torre e pochi frammenti delle mura che la circondavano. Intorno si nota appena qualche traccia del borgo, nascosta all'interno del bosco, ma anche osservando questi resti si intuisce la forza severa e l'eleganza che potevano avere queste poderose strutture.

 

 

CASTELLO DEI VESCOVI