LA FATTORIA E IL LAGHETTO DI CASELLI

05

chiesettaIl complesso edilizio della Fattoria di Caselli è di notevole interesse storico, in quanto sorge sulla sommità di un piccolo poggio, dominante la foresta, che in un lontano passato sembra aver ospitato un castello chiamato Caselli o Caselle, risalente intorno alla fine del 1200.

Originariamente si componeva di un grande edificio detto “il Castelletto” con funzione residenziale, probabilmente costruito alla fine del xv° secolo. Intorno si contavano altre piccole abitazioni, alcune stalle e un' aia coperta, che si dice fosse la più grande della Val di Cecina.

Succesivamente tra il 1600 e il 1700 venne trasformato in villa dalla nobile famiglia Maffei di Volterra e in seguito dai Conti della Gherardesca, che ne furono gli ultimi proprietari.  

Nelle vicinanze, in fondo a un breve vialetto contornato di cipressi secolari, si trova un'antica chiesetta ancora consacrata, che ha in parte  modificato la sua vecchia struttura con i restauri eseguiti nel 1922 dai Conti della Gherardesca. Nella parte retrostante l'edificio si allungano le mura perimetrali di un piccolo cimitero, ormai abbandonato.


A poca distanza dalla fattoria si trova il laghetto di Caselli, che pur essendo di origine artificiale, ha subito col tempo, un lento processo di naturalizzazione ed è sicuramente da ritenere uno degli ambienti umidi più importanti della zona, ricco di vita animale e vegetale. Nella zona circostante si possono ammirare le più belle leccete della Riserva che ospitano alcuni esemplari monumentali.

interno-chiesetta
laghetto